L’Italia del turismo è online più che mai a Bit Digital Edition

Allianz MiCo
12.02 - 14.02 2023

News

L’Italia del turismo è online più che mai a Bit Digital Edition

Da Nord a Sud destinazioni italiane alla riscossa. Il Lazio punta sui borghi, il Friuli Venezia Giulia sulle esperienze e l’Abruzzo sullo stile di vita. Presente per la prima volta la Città de L’Aquila.

Grazie in particolare a Expo Plaza, lo spazio espositivo digitale dove gli espositori possono presentare la loro offerta con strumenti multimediali, fare networking con gli operatori e dialogare con il viaggiatore, sono oltre 1000 gli espositori tra Regioni, Enti del Turismo, Tour Operator e operatori pronti a incontrare operatori e viaggiatori alla prima Bit Digital Edition, online dal 9 all’11 maggio per gli operatori e dal 12 al 14 per il pubblico.

 

Le presenze dall’Italia spaziano da Nord a Sud con un mix di territori dalle caratteristiche diverse. Dalle regioni con un’offerta diversificata come Lombardia, Friuli Venezia Giulia o Piemonte alle tradizionali mete di mare come Emilia Romagna o Liguria o regioni note per le attrazioni storico-culturali, quali Lazio, Campania Toscana e Veneto, ai territori che coniugano open-air e storia come Trentino, Marche, Umbria, Sicilia, o ancora, dalle destinazioni emergenti o di tendenza di questi anni, quali Puglia, Basilicata, Abruzzo e Calabria.

 

“In Friuli Venezia Giulia abbiamo pensato a una stagione estiva in un’ottica di sicurezza e relax, con mare, montagna, pianura, collina, fiumi e laghi, che può diventare destinazione trend per il 2021”, commentano da PromoTurismo Fvg. “E accanto al tema sicurezza e quello delle esperienze, il digitale è uno dei pilastri che guida da un anno la strategia di rilancio che portiamo avanti”.

 

Rinnovamento per il turismo post-pandemia secondo Valentina Corrado, Assessore al Turismo, Enti Locali, Polizia Locale, Sicurezza Urbana e Semplificazione Amministrativa della Regione Lazio: “Nel breve periodo dobbiamo impegnarci soprattutto sul turismo di prossimità e far riscoprire ed apprezzare anche ai visitatori più vicini le tante meraviglie che offre il territorio regionale, le località turistiche e i tantissimi borghi, la maggior parte dei quali certificati: Borghi Arancione, Borghi più belli d’Italia, Borghi marinari”.

 

Forte anche l’impegno del vicino Abruzzo che per la prima volta quest’anno è presente non solo con l’Ente Regione, ma anche con la Città de L’Aquila. “A dieci anni dal terremoto raccontiamo una storia diversa, abbiamo smesso di richiamare il cosiddetto turismo della tragedia e i visitatori hanno riscoperto le bellezze del territorio, che è pure all’avanguardia perché nella ricostruzione ci siamo dati le linee guida di una Smart City”, commenta Fabrizia Aquilio, Assessore al Turismo del capoluogo abruzzese “L’importante progetto della Regione ‘Abruzzo Regione del Benessere’ rimodula l’attenzione verso lo star bene e consentirà alla Città e alla Regione Abruzzo di rendersi ancora più attrattive per il loro modello di vita”.